Minimoto – scheda atletica dello sport

GHR

Caratteristiche fisico-motorie

  • Le minimoto sono un’attività sportiva di destrezza con medio impegno fisiologico-muscolare prevalentemente postulare, che sollecita in maniera rilevante gli arti inferiori.

  • Gli arti superiori e il busto sono invece impiegati nel dirigere il mezzo, con notevole coinvolgimento di forza e resistenza.

  • L’impegno muscolare (anaerobico) e coordinativo risulta direttamente proporzionato alla difficolta del tracciato e allo sforzo richiesto dalla gara.
  • Sono molto coinvolte le capacità di apprendimento e controllo del gesto motorio, adattamento alle situazioni esterne, percezione spazio-temporale, equilibrio statico e dinamico, coordinazione oculo-podalica, controllo del corpo e dei suoi segmenti, reazione motoria a improvvisi stimoli esterni.

Preparazione atletica

  • Non sono richieste particolari doti atletiche ma solo un ottimo stato di salute.

  • Consigliata la corsa o altra attività aerobica a ritmi blandi (30 min. circa) almeno 2 – 3 volte a settimana, associata a esercizi di tono muscolare per addominali e lombari oltre che stretching per tutto il corpo.
  • Per un’azione generale di irrobustimento della muscolatura sono sufficienti piegamenti sulle braccia, sulle gambe e trazioni alla sbarra.

  • Molto indicata la pratica di sport che comportino alte velocità con un importante impegno fisico di resistenza e di destrezza (mountain bike, sci di discesa ecc.).

(Tratto da Gadina, G. Scordamaglia, A. Baroni, P. (2004). L’Italia dello sport. Milano: Touring Editore.)

Per soddisfare la curiosità…

Se volete saperne di più, leggere gli articoli sulla preparazione fisica dei piloti di minimoto:

Torna su