CIV Minimoto Cascia 2022 – weekend inconsueto

CIV Cascia 2022

Mai avrei immaginato che il weekend appena passato sarebbe stato così strano, ma anche molto positivo. Il circuito Le Querce, nei pressi di Cascia, era un altro circuito a me sconosciuto. Gli amici che su questo circuito hanno già gareggiato mi hanno detto che la pista è interessante, ma a tratti ostica. Ecco perché, ancora sotto l’effetto di Vransko, non vedevo l’ora di provare questo nuovo tracciato.

Venerdì, tra riso e pianto…

Una volta arrivati al circuito, tutti i piloti e i team eravamo molto delusi. Il giorno prima a Cascia c’era stato un forte acquazzone. Questo ha fatto sì che sia il paddock che l’accesso alla pista erano pieni di fango. Si riconosceva a prima vista chi era già stato su questo circuito dopo la pioggia. Loro, infatti, portavano i classici stivaloni di gomma e facevano invidia a tutti quelli che, nelle scarpe da ginnastica, saltellavamo in cerca di zone meno fangose.
Intorno alle 11 siamo comunque riusciti a entrare in pista, poiché l’asfalto era quasi asciutto. L’unico problema era arrivare in pista! Mio padre, come tutti gli altri padri, ha dovuto prendere la moto di peso e portarla fino all’entrata della pista. Io poi, prima di entrare in pista, mi sono dovuto cambiare le scarpe da ginnastica sporche con le scarpe da minimoto. Un’esperienza davvero insolita che ha provocato non poco malumore ma anche molte risate.
E siamo partiti! La sensazione dopo la prima sessione era veramente insolita. Una volta finito di girare ero davvero confuso perché giri sempre intorno e non sai più dove ti trovi esattamente. D’altra parte, sono rimasto molto colpito dalla configurazione della pista. La pista sale e scende. Ci vuole qualche giro per abituarsi a questa discesa, ma è proprio questa la parte che mi è piaciuta di più. La chicane dopo la discesa va fatta al limite e una volta giù si arriva alla doppia curva. La particolarità di questa doppia curva è che non ti rialzi in frenata, ma la fai piegato.

Cascia paddock

Paddock

Sabato all’insegna del sole

Sabato, con l’arrivo del sole, è migliorato anche l’umore dei piloti e dei meccanici dato che non dovevamo più portare un ricambio di scarpe. 😉 Le prove sono andate bene, abbiamo subito trovato la corona giusta e mi sono divertito a guidare.
Nella prima qualifica mi sono piazzato ottavo, nono nella seconda. Domenica sarei partito nono. Alla fine della giornata, ho ricevuto un’altra buona notizia. Alla lotteria degli pneumatici ho vinto un premio e la PMT mi ha regalato una gomma!

Cascia lotteria

Domenica di gara

La partenza è ancora un mio punto dolente. E questa volta non è stata nemmeno del tutto colpa mia. I piloti nelle prime file avevamo tutti lo stesso problema: a causa del sole le luci del semaforo erano molto difficili da vedere e nel momento della partenza non eravamo sicuri se si erano spente o no. Ho cercato di ovviare al problema controllando il pilota davanti a me che di solito parte bene. Dopo la gara, scherzosamente, gli ho suggerito per gara due di fare una partenza anticipata in modo che io potessi partire al momento giusto. Com’era prevedibile, Luca non ha esaudito il mio desiderio, ed è giusto così, perché gli auguravo davvero di fare una buona gara. Ho comunque terminato la prima gara a Casca all’ottavo posto.
Un’altra caratteristica di questa pista è che la prima curva è situata molto vicino alla linea di partenza. Di conseguenza, nel primo giro, praticamente tutti i piloti ci siamo trovati insieme alla curva. Ed eravamo in 15! Fortunatamente anche la seconda gara è andata bene, nessuno è caduto e abbiamo fatto una bella gara. Ho guidato bene e mi sono guadagnato il settimo posto abbastanza velocemente. Davanti a me c’era Manuel, che mi ha evitato per tutto il weekend per non farmi vedere le sue linee. Nell’ultimo giro le ho comunque capite e ho deciso di attaccare. Ho guidato al limite per avvicinarmi il più possibile a lui e quando la situazione è stata favorevole l’ho superato. Ho concluso la gara sesto. Un bel successo per questo weekend insolito.

Cascia - chiacchiere tra piloti

Discorsi da piloti

Ora mi aspetta l’ultima gara in Slovenia. Sabato 1° ottobre 2022 si corre a Vrtojba. Io ci sarò, e voi?

Torna su