Qualcosa su cui riflettere…

Qualcosa su cui riflettere

Per coloro che pensano che i piloti siano solo dei pazzi scatenati…

  • Forse non ci avete ancora pensato, ma lo sapevate che la velocità a cui va un pilota è collegata solo casualmente alla gravità degli infortuni?
  • E poi guidare in pista, in un ambiente controllato, è molto più sicuro che correre su strada, dove c’è traffico in entrambi i sensi di guida, dove i cervi attraversano la strada senza avvisarvi, dove dietro una curva potete trovare dell’olio su strada.
  • Quindi se un ragazzo impara la cultura della moto da giovane, c’è una maggiore probabilità che guidi in modo coscienzioso e sicuro da adulto.

Pensateci la prossima volta che scuotete il capo guardando i ragazzini gareggiare in pista e domandandovi che razza di genitori sono quelli che permettono ai loro pargoli di fare cose così pericolose… Non paragonate questi bambini agli adolescenti che senza casco sfrecciano per le stradine del vostro quartiere! I giovani piloti apprendono la cultura della guida in un ambiente sicuro, sotto l’occhio vigile degli istruttori. Una volta adolescenti, non sfrecciano per strada perché non lo trovano adrenalinico, ma solo stupido.

Tocca a voi adesso trarre le giuste conclusioni…

Torna su