Salvare un lowside o no?

Non siete sicuri di sapere cosa sia un lowside? Allora vi conviene leggere l’articolo Tipi e cause di caduta, dove spieghiamo i vari tipi di caduta che possono verificarsi in pista. Quelli invece che si chiedono come salvare o evitare le cadute, troveranno risposte ad alcuni loro quesiti nell’articolo Come cadere, quando si cade in moto.

Allora… salvare un lowside o non salvare un lowside, questo è il dilemma! La risposta istintiva di ogni motociclista a questa domanda sarà probabilmente: “Sì”. Ma guardiamo un po’ i fatti…

In una ricerca del 2016 sulle cadute in MotoGP è stato riscontrato che l’highside ha un maggiore tasso di infortunio rispetto agli altri tipi di cadute. Nelle cadute lowside, d’altro conto, il pilota non si infortuna quasi mai seriamente. Allo stesso modo per il lowside l’indice di ritiro dei piloti dalla gara è minore che per l’highside.
Possiamo quindi riassumere che cercando di salvare una caduta lowside questo porterà quasi inevitabilmente ad una caduta highside. Molto più pericolosa e con una minore probabilità per il pilota di rientrare in gara.
Di conseguenza, assecondare la caduta lowside, appare essere la scelta migliore se non si è un vero e proprio mago nel salvare le cadute.

Lowside

Cosa fare per migliorare le probabilità di salvare una caduta

Come si fa a diventare maghi nel salvare le cadute? Sicuramente il talento non guasta mai, ma bisogna anche allenarsi in modo specifico. Allenarsi con la moto da gara a cadere cercando di ritrovare trazione appare poco pratico come metodo di allenamento. Tuttavia, una buona soluzione è l’allenamento su pista piana (flat track). Gareggiando su una pista non asfaltata, quindi con scarso grip, il pilota migliora le capacità di coordinazione e quindi ha più probabilità di evitare una caduta.

Torna su